Il Magazine

Notizie dagli Emirati Arabi Uniti

ICCROM-ATHAR (Architectural and Archaeological Tangible Heritage in the Arab Region)

Con l’accordo siglato il 27 aprile 1957 tra UNESCO e Italia venne stabilita in Italia la sede della ICCROM, dove si trova tuttora dopo oltre sessant’anni.

L’ICCROM è un’organizzazione intergovernativa che opera nello spirito della Dichiarazione Universale dell’Unesco sulla Diversità Culturale del 2001, al servizio dei suoi Stati membri per promuovere la conservazione di tutte le forme di patrimonio culturale, in ogni regione del mondo.

La Dichiarazione Universale dell’Unesco sulla Diversità Culturale del 2001 afferma che: “il rispetto della diversità delle culture, la tolleranza, il dialogo e la cooperazione in un clima di fiducia e di mutua comprensione sono tra le migliori garanzie di pace e di sicurezza internazionali.”

Dalla sua costituzione l’ICCROM ha cooperato con gli Stati membri per sostenerli nella tutela del patrimonio in collaborazione con istituzioni e professionisti sul campo. Scopo dell’ICCROM è quello di coinvolgere e informare le nuove generazioni di professionisti e il grande pubblico interessato al patrimonio culturale. Che sempre di più rappresenta un asset di valore strategico per la crescita non solo culturale, ma anche economica e la promozione di un paese moderno.

L’ICCROM, unica al mondo nel suo genere, è un’organizzazione attiva e di piccole dimensioni, caratteristiche che le consentono di rispondere prontamente alle esigenze dei propri Stati membri. Al contempo, in qualità di organizzazione intergovernativa con una vasta rete di esperti in materia di conservazione, l’ICCROM può contare su collaborazioni istituzionali formali, con organizzazioni quali l’UNESCO, (presso le sedi centrali e gli uffici regionali) e il suo Comitato del Patrimonio Mondiale per il quale funge da organismo consultivo; organizzazioni non governative come l’ICOMOS (Consiglio Internazionale dei Monumenti e dei Siti), l’ICOM (Consiglio Internazionale dei Musei), l’ICA (Consiglio Internazionale degli Archivi) e l’IIC (Istituto Internazionale di Conservazione), oltre a diversi istituti scientifici e università presenti negli Stati membri.

L’ICCROM supporta tutti coloro che svolgono le attività di conservazione del patrimonio culturale: scienziati, conservatori, curatori museali, responsabili dei siti, archivisti, ricercatori e archeologi. Le iniziative di ICCROM si tengono a livello mondiale in settori quali:

– la formazione in materia di conservazione, attraverso programmi didattici innovativi, strumenti e materiali per la conservazione e il restauro;

– l’informazione: grazie ad una delle biblioteche specializzate in conservazione di beni culturali più importante al mondo, con oltre 120.000 libri, relazioni e riviste specializzate in più di 70 lingue, ed una collezione di oltre 200.000 immagini di siti e oggetti;

la ricerca: invitando le istituzioni di conservazione culturale a creare ambienti stimolanti e collaborativi per favorire lo scambio di idee e la contaminazione tra competenze diverse;

– la cooperazione: in particolare quella interdisciplinare, quella interregionale e internazionale, riunendo esperti e istituzioni da tutto il mondo in appositi eventi;

la sensibilizzazione: nella conservazione e il restauro a tutti i livelli, dagli organismi mondiali, ai governi e alle comunità

La ICCROM-ATHAR (Architectural and Archaeological Tangible Heritage in the Arab Region) è l’organizzazione regionale fondata dalla ICCROM durante la 27esima assemblea generale tenutasi a Roma nel novembre 2011. Partner di tale sede collocata negli Emirati Arabi Uniti è l’emirato di Sharjah dove ICCROM_ATHAR ha sede.

Scopo della sede regionale è quello di promuovere la protezione del patrimonio culturale nella regione Araba in momento molto particolare per questo tipo di beni che purtroppo sono stati oggetto di distruzione o danneggiamento. In questo scenario la sede regionale negli Emirati Arabi Uniti è diventata un punto di forza importante per la difesa del patrimonio culturale, fornendo supporto logistico e operativo sostanziale alle attività dell’ICCROM nella regione.

In collaborazione con gli Stati membri arabi, l’ICCROM-ATHAR ambisce a proteggere il patrimonio culturale della regione araba e ad ampliare l’accesso, la valutazione e la comprensione della sua storia. Il Centro focalizza la propria attività sul patrimonio architettonico e archeologico tangibile, tra cui le collezioni del patrimonio e i luoghi storici, i siti e i monumenti. Mira principalmente a migliorare la capacità delle istituzioni ufficiali del patrimonio nella gestione dei siti del patrimonio e delle collezioni museali su base sostenibile e lo fa tramite una serie di attività formative regionali e sul campo, la creazione di capacità e la formazione, la consultazione, la diffusione di informazioni, i convegni, i workshop e i seminari.

Hai una domanda?

Contattaci

I nostri recapiti

Powered by Draculapp™ © All Rights Reserved 2019